Esame terza media 2019: prove invalsi e struttura dell'esame, come orientarsi e cosa c'è da sapere

 01/04/2019

LE PROVE INVALSI:

Le prove di ITALIANO e MATEMATICA hanno una durata di 1 h 30 (più 15' per rispondere al questionario dello studente). Di seguito i link su cui cliccare per esercitarsi (riferimento a un interessante articolo del corriere/scuola):

https://www.corriere.it/scuola/secondaria/19_marzo_29/invalsi-terza-media-2019-via-non-fa-media-ma-curriculum-f12112a6-4f13-11e9-ad2b-d4651f1d6fda.shtml

https://www.corriere.it/scuola/medie/cards/invalsi-terza-media-2018-provate-nuovo-test-italiano-computer/domanda-1_principale.shtml

La prova di INGLESE è divisa in due parti: 45' per la parte di reading e 30' per il listening.

https://www.corriere.it/scuola/medie/cards/prove-invalsi-terza-media-2018-inglese-test-ascolto-listening/audio-numero-1-domanda-prova_principale.shtml


La correzione è totalmente informatizzata e i risultati delle tre prove andranno a confluire nella Certificazione di competenze di ogni studente.


L'ESAME:

L'esame, nello specifico, consiste in una prova scritta di italiano per la quale si hanno a disposizione 4 ore. Le tracce comprendono un testo narrativo (o descrittivo), un testo argomentativo, una traccia di comprensione e sintesi di un testo letterario, divulgativo, scientifico. 

La prova di matematica, che comprende anche elementi di scienze e tecnologia, è strutturata con problemi articolati su uno o più quesiti e su domande a risposta aperta. Potranno rientrare nelle tracce anche metodi di analisi, organizzazione e rappresentazione dei dati, caratteristici del pensiero computazionale. Per questa prova si avranno a disposizione 3 ore.

La terza prova scritta sulle lingue comunitarie della durata di 3 ore, è articolata in domande e quesiti nella lingua obbligatoria (l’inglese) ma anche tracce nella seconda lingua straniera (tra quelle parlate all'interno dell’Unione Europea) studiata durante il triennio delle medie. Tra le richieste sottoposte ai candidati ci sarà un questionario di comprensione di un testo; il completamento, la riscrittura o trasformazione di un testo; l’elaborazione di un dialogo; una lettera o una email personale; la sintesi di un testo.

La prova orale può partire anche da una tesina. La commissione valuterà le capacità di argomentazione, di risoluzione di problemi, di pensiero critico e riflessivo, di collegamento fra discipline.